Indirizzo

Via Follone, 59
74015 – Martina Franca (TA)

Telefono

Seguici:

Qual è l’acqua migliore per la ritenzione idrica?

Cos’è la ritenzione idrica e quali sono le sue cause

La ritenzione idrica è un fenomeno in cui i tessuti dell’organismo tendono a trattenere i fluidi, causando gonfiori e senso di pesantezza. Accade quando il corpo non riesce ad eliminare l’acqua in eccesso.

È un disturbo diffuso che colpisce perlopiù il genere femminile
(ne soffre il 30% delle donne italiane). Le zone più interessate
da ritenzione idrica sono quelle predisposte all’accumulo di grasso, come cosce, glutei e addome.

La ritenzione idrica può avere cause diverse, ma il principale responsabile è lo stile di vita. Una dieta sbilanciata, la mancanza di attività fisica, bere poca acqua, fumo e alcolici contribuiscono ad aggravare la situazione.

Combattere la ritenzione idrica

Ecco alcuni suggerimenti utili:

Come l'acqua può diventare un potente alleato

Nonostante sembri un controsenso, bere molta acqua può aiutare a combattere la ritenzione idrica, poiché aumenta la diuresi e stimola l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Per mantenere un buono stato di salute, si consiglia di bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno, corrispondenti a circa un litro e mezzo di liquido, quantità che dovrebbe essere aumentata in caso di attività fisica intensa. Un trucco utile per avere sotto controllo il proprio livello di idratazione è controllare il colore delle urine ogni giorno: se sono troppo scure, significa che bisogna bere più acqua.

In caso di ritenzione idrica è quindi utile avere una bottiglia o una borraccia sempre a portata di mano. Si possono bere anche tisane e acque aromatizzate, l’importante è che siano senza zucchero e caffeina che possono avere effetti negativi sulla ritenzione idrica e sulla salute in generale. Meglio limitare quindi il consumo di caffè e succhi di frutta!

Ma non basta fare attenzione alla quantità di acqua, anche la qualità è importante! Meglio scegliere un’acqua oligominerale a basso contenuto di sodio e magari valutare l’acquisto di un depuratore con tecnologia a nanofiltrazione, grazie al quale si può bere l’acqua del rubinetto in completa serenità.

Per ulteriori informazioni contattaci.

Altri articoli

Segui il Blog

Quo ea etiam viris soluta, cum in aliquid oportere. Eam id omnes alterum. Mei velit